Maurizio Natale: Genova è Antifascista

Il 23 maggio Genova ha vissuto, come purtroppo spesso capita nella nostra città sotto la giunta Bucci, un'altra brutta pagina.

Per fortuna la nostra è una città vaccinata contro il fascismo.

Non è un caso che sia stata l'unica città europea che ha visto l'esercito nazista arrendersi alle truppe partigiane, il 25 aprile 1945 a villa Migone.

Così come il 30 giugno 1960 la Camera del lavoro di Genova insieme ai lavoratori portuali e cittadini antifascisti misero in fuga i missini dalla città, dove avrebbero voluto celebrare il loro congresso.

Questo provocò la caduta del governo Tambroni, sostenuto dai fascisti.

Quindi la storia si ripete.

Ma oggi, come allora, le compagne e i compagni genovesi di Genova Antifascista, insieme ad altre organizzazioni che si riconoscono negli ideali antifascisti, hanno ricacciato i fascisti nell'oblio.

Però mi sia permessa una semplice riflessione su ciò che è accaduto;

tutto ciò si sarebbe potuto evitare se le istituzioni locali avessero impedito questo triste spettacolo, essendo la loro principale missione quella di impedire violazioni della nostra Costituzione Antifascista.

Al contrario, le suddette istituzioni, hanno scelto di avere un atteggiamento pilatesco ed hanno autorizzato il comizio di CasaPound, che ha visto uno spiegamento di forze dell'ordine inaudito, circa 300 persone, con una conseguente spesa ingiustificata per le casse dello stato.

Inoltre denunciamo l'immancabile violenza messa in atto nei confronti degli antifascisti e di un giornalista di Repubblica, uscito con dita e costole fratturate, oltre ai soliti arrestati verso i quali esprimiamo la totale solidarietà.

In aggiunta a tutto ciò si è assistito anche ad un vergognoso utilizzo di gas lacrimogeni CS, che hanno creato disturbi respiratori ai manifestanti.

Purtroppo il G8 del 2001, sembra non aver insegnato nulla a chi gestisce l'ordine pubblico, visto che si continua a far ricorso alla repressione violenta.

Una cosa però è certa, non saranno questi metodi violenti a fare arretrare di un solo passo gli antifascisti genovesi.

Se volete invece rispettare la Costituzione, chiudete tutti i covi fascisti e sciogliete i partiti che si rifanno a tale ideologia criminale.


Maurizio Natale

Segreteria Provinciale

Partito della Rifondazione Comunista

Federazione di Genova

#prcgenova


0 visualizzazioni

2019 - federazione PRC  - Genova - Piazza Romagnosi 3 canc - 16137

iscrizione alla news letter