Una legge razziale in Liguria



La regione Liguria ha approvato una proposta di legge della Lega che escluderà dai fondi regionali per lo sviluppo del turismo e la riqualificazione turistica tutte le imprese alberghiere che negli ultimi tre anni abbiano ospitato i migranti. La proposta è stata approvata con 16 voti a favore e 11 contrari: si sono schierati contro i consiglieri regionali del PD, del Movimento 5 Stelle e di Rete a Sinistra – LiberaMente Liguria. La norma riguarda tutti gli alberghi e gli ostelli che hanno firmato le convenzioni del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR), il circuito nazionale di accoglienza e integrazione per i richiedenti asilo.

Una legge razzista, nazista, da persecuzione di chi secondo le menti malate leghiste, si sarebbe macchiato del reato di umanità.

Non ci sono parole, per commentare uno schifo del genere, che purtroppo vista la presenza del nazista al Viminale , il governo non impugnerà dinnanzi alla Corte Costituzionale. Un atrocità degna della riproposizione del ventennio fascista.

0 visualizzazioni

2019 - federazione PRC  - Genova - Piazza Romagnosi 3 canc - 16137

iscrizione alla news letter